Da La Stampa del 01/04/2003

Ecco come avere, in giro per il mondo, il proprio giornale preferito in tempo reale in edizione cartacea

Il quotidiano? Me lo stampo in edicola

Il chiosco elettronico contiene tutte le testate, prepara soltanto quelle prescelte, evita sprechi di carta: è la distribuzione intelligente

di Anna Masera

C'È qualcuno che si ricorda il concetto di «print on demand» (stampa a richiesta)? Ventilato per la prima volta in Europa nel 1998 come la soluzione per dare nuova vita a Gutenberg nell´era digitale, sembrava promettere un boom nel 2000, poi con la crisi della Net Economy non se ne è saputo più nulla. Eppure, l´idea era buona: evitare i costosi e poco ecologici sprechi di carta e rispondere al bisogno di creatori di contenuti e di editori in cerca di migliori sistemi di distribuzione. Di fatto, è una tecnologia che rivoluziona il modo di produrre, di distribuire e di acquistare libri e giornali senza sconvolgere le abitudini dei lettori: una soluzione che combina i vantaggi del libro o del giornale tradizionale e le opportunità offerte dalle nuove tecnologie. Ebbene: forse non molti sanno che La Stampa è disponibile ai suoi lettori in tutto il mondo in tempo reale non solo sul sito Internet www.lastampa.it, ma anche in versione cartacea, grazie al sistema print on demand di Pepc Worldwide (www.pepecworldwide.com), una società europea con sede nei Paesi Bassi che ha sviluppato la prima edicola interattiva, una macchina brevettata che si chiama «Newspaper Kiosk» (www.newspaperkiosk.com), che stampa in digitale le ultime edizioni dei quotidiani di alcuni editori su richiesta dei clienti. «Gli International Newspaper Kiosk sono situati in punti di elevato traffico internazionale: alberghi, aeroporti e centri congressi» spiega Joris van Dijk, responsabile marketing e comunicazione di Pepc Worldwide. Pepc, che sta per «Publishers Electronic Printing Concept», distribuisce in forma digitale l´ultima edizione dei quotidiani nazionali ed internazionali tramite gli International Newspaper Kiosk di tutto il mondo. L´azienda riceve i file dei quotidiani digitali dagli editori che aderiscono all´iniziativa via Internet non appena il quotidiano è pronto per la stampa nel paese d´origine. A questo punto Pepc trasferisce i quotidiani, 24 ore al giorno, 7 giorni su 7, via «uplink» satellitare e trasmissione via satellite multicast. Per ora a trarne vantaggio sono per lo più i viaggiatori d´affari e di piacere informati sulla possibilità di accesso immediato ai propri quotidiani pochi minuti dopo che il processo di stampa nel loro paese è iniziato. E disposti a spendere per questo tra i 3 e i 5 dollari a copia (dipende dal numero di pagine). «Immaginate di svegliarvi all´Hotel Hilton di Auckland, o allo Sheraton di Amsterdam e di fare colazione con una copia cartacea dell´edizione di quello stesso giorno del vostro quotidiano preferito» dice Rob Dorpmans, amministratore delegato di Pepc Worldwide. «Se si trovano negli Usa, i viaggiatori europei e asiatici possono stampare i loro quotidiani 5-8 ore prima di quanto potrebbero acquistarli nei loro paesi d´origine». I lettori lontani da casa possono selezionare e pagare il giornale scelto seguendo quattro semplici istruzioni che compaiono sul «touch-screen» (schermo a sfioramento) dell´International Newspaper Kiosk. In due minuti dalla stampante esce l´ultima edizione in formato tabloid e rilegata con tre punti metallici. I quotidiani sono identici per contenuto e layout, compreso fotografie e annunci, alle edizioni internazionali, di solito a foliazione leggermente ridotta. Finora, Pepc distribuisce più di 100 tra i principali quotidiani (oltre a La Stampa, tra gli italiani c´è Il Giornale), e ha distribuito 110 edicole-on-demand nel mondo (di cui tre in Italia: si veda il sito per conoscerne la dislocazione). La scommessa di Pepc? Che se la domanda cresce, è solo l´inizio.

Sullo stesso argomento

News in archivio

Internet: i video online minacciano la tv
Regno Unito, sempre più ore davanti al pc
su TGcom del 27/11/2006
Internet: la rete è affetta dalla "sindrome da nickname"
Allarme sul crescente numero di adolescenti che crea false identità su Internet
su ITNews del 02/10/2006
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2021
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0