Da Il Messaggero del 14/10/2004

IL CASO

Gay e destra, talvolta è amore

Tremaglia insiste, Casini lo bacchetta: si deve a tutti uguale rispetto

di Mario Ajello

ROMA Mino Maccari, che era stato un fascista ”selvaggio” e poi deluso, la mise in rima: «Bisogna aprire gli occhi / sulla sovrabbondanza dei finocchi». Mirko Tremaglia gli occhi li ha aperti l’altro giorno: «In Europa sono tutti culattoni». Li ha riaperti ieri: «Ho svelato l’ipocrisia sui culattoni, e sono inondato di messaggi di ringraziamento e incoraggiamento». E anzi li tiene virilmente spalancati da sempre. Ecco infatti, a Montecitorio, Maurizio Gasparri. «Ministro», gli dice un collega, «è vero che lei quando era direttore del ”Secolo” pubblicò un articolo sulle peripezie omosessuali dei legionari di D’Annunzio a Fiume?» «E’ vero», risponde Gasparri. «Ed è vero che Tremaglia si imbufalì e pretese le sue dimissioni?». «E’ vero anche questo. Mirko chiese la mia testa». E a questo punto, il collega di Gasparri, poco raffinatamente, in Transatlantico gli fa: «Ah Mauri’, per fortuna che chiese solo la testa...».

Insomma il rapporto fra la destra e i gay - basta appunto pensare ai legionari dannunziani come Giovanni Comisso o agli scandali omosex della Germania hitleriana che fecero ironizzare il solito Maccari: «A Monaco di Baviera / mutande di lamiera» o al mensile della destra sociale «Area» che esalta Mishima e Drieu la Rochelle come «eroi del pansessualismo» - è molto più complesso di ciò che si possa pensare a forza di aneddoti strepitosi come quello che anni fa vide protagonista Storace. «France’, di’ una cosa di destra», gli gridano i fan. E lui: «A froci!!!!». Così, tanto per ridere. Rapporto complesso, insomma. E Giano Accame, raffinato pensatore della destra, osserva infatti: «Con i gay abbiamo un legame. Ci unisce il fatto di essere stati considerati, per mezzo secolo, dei diversi». Ma questo legame, molto teorico, non sembra risultare a un ex radicale come Alessandro Cecchi Paone. Il quale non c’entra con An, ma con Forza Italia sì. E in queste ore si è spiritosamente lamentato per iscritto: «Il partito azzurro ha scelto la Gardini come portavoce. Anche perchè non vogliono i culi come me». Pure Giuliano Ferrara, a «Otto e mezzo», dice la sua: «Omosessuale è bello. Ma non normale». Sicuramente non lo è alla Rai - accusa il diessino gay Franco Grillini - al punto che «le nostre repliche a Tremaglia sono state oscurate dalla tivvù di Stato e questo sconcio merita di finire in commissione di Vigilanza». Intanto su uno schermo, ma di un sito Internet, appare un fotomontaggio. Si vede Tremaglia in mezzo ai cantanti dei Village People, agghindati come simpaticissime sciantose sculettanti intorno al ministro fascio-macho che li guarda con un’aria alla Cesare Pascarella: «Nun me venghi a dì che er frocio sia profonno».

E ancora ieri, mentre alla Camera il presidente Casini diceva che «tutti i cittadini hanno diritto ad eguale rispetto», Tremaglia ancora gongolava per le proprie gesta linguistiche. «Ho solo tradotto in italiano la parola gay. Ho detto ”culattone” con spirito goliardico». Quasi come faceva Giuseppe Gioacchino Belli il quale, per prendere in giro qualcuno, lo apostrofava così: «Sor frocio mio». «Non ho voluto offendere nessuno», incalza il ministro. Però: «Una cosa l’ho capita. La lobby gay, stavolta lo dico in inglese, è potentissima. Ma io mi arrendo». Non si arrende Cl, che sugli omosessuali si è schierata in favore delle euro-dichiarazioni di Buttiglione. E figuriamoci se cede un duro come Storace. Imma Battaglia, paladina dei diritti gay, invita il governatore a dissociarsi da Tremaglia facendo outing: «Storace dica che è un fiero culattone». E lui: «Vorrei ma non posso. Non amo dire bugie. E’ come se Prodi dicesse di essere nuovo alla politica». Ogni tanto il Professore dice di essere un «diverso» nella politica. Ma da ora in poi stia attento. Sennò finisce che viene equivocato.

Sullo stesso argomento

 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2022
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0