Da Corriere della Sera del 11/11/2004

I CONTRIBUENTI

Subito nuove deduzioni e assegni più pesanti

di Mario Sensini

ROMA - La Finanziaria 2005 porterà benefici piuttosto contenuti alle famiglie, che dovranno aspettare il 2006 per avere un abbattimento significativo delle tasse. Restando nel campo delle indiscrezioni, visto che il piano definito arriverà solo oggi, si parla di un intervento di circa un miliardo di euro destinato al rafforzamento degli assegni per i nuclei familiari e, probabilmente, di nuove deduzioni per i familiari a carico. I nuovi assegni per le famiglie non rappresentano un intervento di tipo fiscale vero e proprio, ma sono stati immaginati dal ministro dell’Economia proprio per supplire a un inconveniente dettato dalla riforma delle tasse, quello degli incapienti. Di coloro, cioè, che hanno redditi talmente bassi da sfuggire alla tassazione e che non avrebbero alcun beneficio dalla riduzione delle aliquote o dall’aumento delle deduzioni. Che potrebbero essere riviste già dal prossimo anno per le famiglie più povere, introducendo, ad esempio, una deduzione per i familiari a carico a circa 2.800 euro entro una determinata fascia di reddito.

La manovra sull’Ire, l’ex Irpef, è dunque rinviata al 2006. Rispetto alle cinque aliquote attuali, il 23% fino a 15 mila euro, il 29% tra 15 e 29 mila euro, il 31% tra i 29 e i 32.600 euro, il 39% nella fascia superiore che arriva a 70 mila euro e il 45% per i redditi superiori, si dovrebbe arrivare a tre sole aliquote. Una del 23%, immaginata in un primo momento per i redditi fino a 26 mila euro, il 33% (che sempre nei progetti doveva coprire la fascia tra 26 e 33 mila euro) e il 39% per i redditi superiori. Alle quali potrebbe sommarsi una quarta aliquota «di fatto», determinata cioè da un contributo «etico» del 3% oltre il 39% per i redditi molto alti (si parla di 100 mila euro).

Nessuna manovra, finora, è stata ipotizzata per la «no tax area», ossia la fascia esente da qualsiasi imposizione. Oggi è pari a 7.000 euro per autonomi e pensionati e 7.500 euro per i dipendenti, e non si esclude che il modulo 2006 possa incidere anche lì. Se i programmi verranno rispettati, i lavoratori dipendenti potranno avere benefici concreti nella busta paga di gennaio 2006, gli autonomi già a novembre del 2005, grazie ai minori acconti sui redditi 2006.

Sullo stesso argomento

 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2021
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0