Da Corriere della Sera del 16/11/2004

Assegni pesanti e bonus per i neonati. Nuovo accordo sugli sgravi alle famiglie

di Mario Sensini

ROMA - Assegni familiari e bonus per i neonati invece dell’incremento delle detrazioni Irpef. Aumento della no tax area Irap per le imprese, con l’eliminazione della tassa sulla ricerca e i nuovi assunti, con sgravi più intensi al Sud, al posto della franchigia. Accordo fatto, e grande soddisfazione, tra i tecnici della maggioranza alle prese con il pacchetto fiscale annunciato per il governo nel 2005. «L’entità degli sgravi resta quella, mentre i singoli interventi sono stati rimodulati» ha detto al termine della riunione al Tesoro il ministro della Lega Nord Roberto Calderoli, annunciando che ora l’intesa «sarà portata giovedì al vertice di maggioranza». Del piano scritto dal ministro dell’Economia Domenico Siniscalco, dopo il fragile accordo politico della settimana scorsa, nella nuova proposta resta solo la dimensione degli interventi: 3,6 miliardi di euro, il massimo possibile data la situazione dei conti pubblici italiani. Per il resto, le misure concordate ieri da Calderoli con i responsabili dell’Udc, Gianluigi Magri ed Ettore Peretti, con Luigi Casero di Forza Italia, e Maurizio Leo di Alleanza Nazionale, senza Siniscalco impegnato a Bruxelles, ma sotto l’occhio vigile del Ragioniere Generale, Vittorio Grilli, sono tutt’altra cosa.

A cominciare dall’intervento a favore delle famiglie, alle quali si propone di destinare un miliardo dei 3,6 disponibili. Non più con l’ipotizzato aumento delle detrazioni per i familiari a carico, che avrebbe prodotto vantaggi risibili, ma con la riedizione del bonus per tutti i neonati, una vittoria della Lega Nord, e i nuovi assegni per i nuclei familiari. Più consistenti rispetto a quelli attuali, ma solo per chi ha almeno due figli a carico. Come chiedevano, in sostanza, Alleanza nazionale e l’Udc, contrarie a sgravi generalizzati, convinte che solo un intervento mirato sulle fasce deboli sarebbe stato avvertito.

Radicalmente diversa anche la proposta di distribuzione degli sgravi alle imprese immaginata dai tecnici. Per tutte le aziende la no tax area , la fascia di completa esenzione fiscale, dovrebbe essere portata dagli attuali 7.500 a 15 mila euro. Ci sarebbe, poi, un bonus aggiuntivo di 2 mila euro per ogni impresa con più di cinque dipendenti. Sparirebbe l’Irap sulla ricerca e sui nuovi assunti oltre il turn over , come preveda l’ipotesi di Siniscalco, ma con una differenza importante. La manovra, infatti, sarebbe più intensa per le imprese del Sud, introducendo di fatto la fiscalità di vantaggio per il Mezzogiorno sulla quale si era battuta Alleanza Nazionale. Per i neo assunti lo sgravio sarebbe infatti di 20 mila euro per le imprese del Centro-nord, e di 40 mila per le aziende del Sud. Qualcosa potrebbe cambiare anche nelle coperture dell’intera manovra. Forza talia, con il vice ministro Gianfranco Micccichè, e tutta An, sono contrarie al taglio di fondi e incentivi al Sud immaginato per finanziare lo sgravio dell’Irap.

Secondo i tecnici l’impostazione del pacchetto, benché rivoluzionato, è stata rispettata. «Ci siamo mossi nel rispetto dei paletti che erano stati indicati dal vertice di maggioranza: famiglie, fasce medie e basse, interventi per il rilancio dell’economia» ha detto Calderoli. Molto soddisfatto del lavoro svolto, come gli altri partecipanti alla riunione. «Facciamo in modo che gli sgravi vengano avvertiti dalle famiglie. Punteremo a concentrarli su chi ha più bisogno e a rendere più efficace l’intervento sull’Irap» ha detto Leo. Più prudente Luigi Casero, responsabile economico di Forza Italia: «Ci sono alcuni cambiamenti sull’Irap, ma si tratta solo di ipotesi. Le cifre, comunque, restano quelle indicate dal Tesoro».

Sullo stesso argomento

 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2021
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0