Da La Repubblica del 13/05/2005

Nelle 74 pagine dell'atto finale dell'inchiesta per bancarotta sono 8 i Tanzi nel mirino. E le malefatte del patron risalgono al 1989

"Parmalat, ecco le accuse alle banche"

I pm di Parma: scaricati sul mercato quasi 12 miliardi di crediti

di Luca Fazzo, Marco Mensurati

MILANO - Il cognome Tanzi ricorre otto volte, nell'elenco degli indagati di bancarotta per cui la procura di Parma è pronta a chiedere il rinvio a giudizio: in testa all'elenco c'è lui, il Cavalier Calisto, seguito da figli, cognati e fratelli, a riprova che il disastro Parmalat è anche una storia di famiglia, di furti e di arricchimenti privati: a partire dai 71,6 milioni che Calisto Tanzi è accusato di avere fatto personalmente sparire dalle casse. Ma nelle 74 pagine del documento depositato mercoledì sera dai pm emiliani si legge con chiarezza anche la seconda, e più corposa, parte della storia. È il pezzo d'inchiesta che nel giro di poche settimane si abbatterà sulle banche italiane e straniere accusate di avere svolto un ruolo decisivo nella catastrofe di Collecchio. Le colpe delle banche sono fin d'ora evidenziate in numerosi passaggi.

Il sistema bancario è accusato dalla Procura di Parma di avere scaricato sui risparmiatori 11,7 miliardi di euro di crediti verso Parmalat ormai senza speranza di rientro. Una menzione particolare viene riservata a Morgan Stanley e a Nextra (società di gestione del risparmio di Intesa) per il bond da 300 milioni di euro varato a ottobre 2003 «a condizioni proprie del mercato speculativo». Sotto accusa anche le commissioni astronomiche incassate dalle banche per gestire le operazioni truffaldine di Parmalat (guida la classifica Citibank con 34 milioni, poi Ifitalia, Merrill Lynch, Bank of America, Credit Suisse First Boston). Nel mirino Deutsche Bank per le bugie raccontate al mercato in occasione del collocamento di un bond da 350 milioni nel settembre 2003. E poi c'è Capitalia, il cui presidente Cesare Geronzi è l'unico banchiere italiano a venire indicato con nome e cognome come complice di Calisto Tanzi: i capi di imputazione D28 e D29 riguardano le due acquisizioni che Tanzi fu costretto a fare per alleggerire Banca di Roma dalle sue esposizioni verso i gruppi Cirio e Ciarrapico, acquisendo Eurolat e le acque Ciappazzi. Entrambe quelle operazioni, secondo la Procura, ebbero come unico effetto quello di allargare ulteriormente la voragine nei conti.

Appare inevitabile, leggendo il documento, che nel giro di non molto tempo i capi d'imputazione vengano stilati anche per banche e banchieri, e che si vada quindi verso un'unica, grande udienza preliminare: una prospettiva che viene vista con soddisfazione da Calisto Tanzi, che ieri dice ai suoi difensori Gian Piero Biancolella e Fabio Belloni: «Questo atto costituisce il punto di partenza per la ricostruzione della vera storia della Parmalat». Ma non è che verso il fondatore del gruppo gli inquirenti si siano mostrati molto comprensivi. Anzi: a sorpresa, le malefatte di Tanzi vengono fatte risalire fino al 1989-1990, quando venne pianificato lo sbarco in Borsa per salvare Parmalat dal dissesto in cui già si trovava. Da allora, per i pm emiliani la storia di Collecchio è quella di una «associazione a delinquere» di cui Tanzi era il leader indiscusso: ma che si avvaleva di una rete sterminata di insospettabili complici in colletto bianco.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

La procura di Parma chiede il rinvio a giudizio dell'ex industriale per finanziamento illecito. Ora tocca al gip decidere
Da Parmalat 14 milioni ai politici "Processate Tanzi, non chi incass˛"
di Luca Fazzo, Marco Mensurati su La Repubblica del 10/05/2005
A un anno dalla crisi l┤ex numero uno di Collecchio torna in Procura a Parma in vista della chiusura dell┤inchiesta
Tanzi riapre il capitolo banche "╚ loro la colpa del crac Parmalat"
Anche i pm pronti ad accusare gli istituti. L┤ex patron: sto in piedi
di Luca Fazzo su La Repubblica del 19/12/2004
 
Cos'´┐Ż ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono giÓ registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0