Da Corriere della Sera del 19/11/2005

Solo un cittadino su tre la ritiene inammissibile in ogni caso

Sondaggio-choc in America «Sì, la tortura è giustificata»

L’Onu rinuncia a ispezionare Guantanamo: «Le garanzie non sono sufficienti»

di Alessandra Farkas

NEW YORK - La maggior parte degli americani oggi sono convinti che la tortura sia un metodo accettabile e giustificato, se serve a far parlare i terroristi. E' lo sconcertante risultato di un sondaggio condotto dall'istituto «Pew Research» su un campione rappresentativo di 2.500 persone.

A un anno e mezzo dallo scandalo delle torture nel carcere iracheno di Abu Ghraib e a due mesi dalla condanna di Lyndy England, la giovanissima seviziatrice immortalata dalla famigerata «foto con iracheno al guinzaglio», l'America accetta come un male necessario ciò che le Convenzioni Internazionali da anni hanno bandito per legge.

Il ricorso alla tortura contro i sospetti terroristi viene giustificato dal 46% degli americani: il 15% la ritiene «spesso necessaria» e il 31% la ammette «solo in alcune circostanze». Un altro 17% degli americani ritiene che torturare un essere umano sia «raramente giustificabile» e solo il 32% la respinge «assolutamente e in ogni circostanza».

Ma a ricordare all'America la sua antica vocazione di paladina dei diritti umani ci ha pensato l'ammiraglio Stansfield Turner, capo della Cia durante l'Amministrazione democratica di Jimmy Carter, dal 1977 al 1981. «George Bush non dice la verità quando afferma che la tortura è un metodo rigettato dall'America», ha tuonato Turner in un'intervista al tg inglese della Itv , dove ha attaccato soprattutto il vicepresidente Dick Cheney, che nei giorni scorsi aveva chiesto al Congresso di continuare a lasciare carta bianca alla Cia negli interrogatori. «Mi vergogno che gli Stati Uniti abbiano un vice presidente a favore della tortura» ha detto Turner, «è riprovevole».

E a riportare in prima pagina lo scottante tema degli abusi è anche l'Onu, decisa ad aprire un'inchiesta internazionale sulle torture in Iraq. «Le nuove denunce di torture inflitte a detenuti iracheni nel bunker segreto del ministero dell'Interno a Bagdad impongono l'apertura immediata di un'inchiesta internazionale» ha detto l'Alto commissario per i diritti umani dell'Onu, Louise Arbour.

La nuova crociata del Palazzo di Vetro arriva proprio mentre l'ONU ha dovuto rinunciare a un'ispezione del carcere di Guantanamo, prevista per il 6 dicembre, dopo che le autorità americane hanno negato agli inviati di Kofi Annan il permesso di incontrare liberamente e senza censure i detenuti. «È un precedente disastroso» ha commentato il capo della missione d'ispezione, il relatore speciale dell'Onu sulla tortura Manfred Nowak.

Per arginare l'ondata di critiche, l'Amministrazione ha annunciato che una commissione d'investigatori dell'Fbi e del Dipartimento di Giustizia è già partita alla volta di Bagdad.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

House Supports McCain's Stance Against Torture
The 308-122 vote is a gesture to bolster the senator's bid to close loopholes on cruelty toward detainees held by the United States.
L’Europa attende spiegazioni dalla Rice, che domani è a Berlino. Il consigliere per la Sicurezza nazionale anticipa la linea Usa
La Casa Bianca difende i voli Cia: il segreto serve
Hadley: siamo tutti minacciati. Il governo tedesco venne informato di un rapimento sbagliato
di Ennio Caretto su Corriere della Sera del 05/12/2005
Un’associazione denuncia i servizi segreti per torture
Prigioni Cia, Rice al contrattacco in Europa
Richiamo americano agli alleati: «Non danneggiate operazioni che possono fermare i terroristi». Documento prima di martedì
di Ennio Caretto su Corriere della Sera del 04/12/2005

News in archivio

E una causa collettiva contesta la legittimità del metodo
Stati Uniti: pena di morte rinviata per «obesità»
Un giudice rinvia un esecuzione perchè il condannato, sovrappeso e diabetico rischierebbe di soffrire per l'iniezione letale
su Corriere della Sera del 21/10/2006
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0