Da Reuters del 14/06/2006
Originale su http://today.reuters.it/news/newsArticleSearch.aspx?storyID=2006-06-14...

Guantanamo: Bush ammette "dovrebbe essere chiusa"

WASHINGTON - Il presidente Usa George W. Bush ha riconosciuto oggi che il carcere militare di Guantanamo a Cuba, dove tre detenuti si sono suicidati, ha danneggiato l'immagine degli Stati Uniti all'estero e ha detto che dovrebbe essere chiuso.

Ma il presidente americano ha aggiunto che è necessario prima di tutto un piano per spostare i prigionieri e che sta anche aspettando una decisione della Corte Suprema per i casi riguardanti alcuni detenuti.

"Vorrei chiudere Guantanamo, ma riconosco anche che stiamo trattenendo alcune persone che sono terribilmente pericolose e che faremmo meglio ad avere un piano per processarli nei nostri tribunali" ha detto Bush in una conferenza stampa nel Giardino delle Rose della Casa Bianca.

Il presidente Usa ha ammesso che Guantanamo è visto da alcuni Stati come un esempio del mancato rispetto di quei valori che gli Stati Uniti abbracciano sui diritti umani.

"Nessun mistero, Guantanamo manda un segnale ad alcuni dei nostri amici -- offre una scusa, per esempio, per dire 'gli Stati Uniti non rispettano i valori che hanno provato ad esportare negli altri Paesi'", ha detto Bush.

Due sauditi e uno yemenita si sono impiccati sabato con i propri vestiti e lenzuola nel carcere per presunti terroristi stranieri.

Questi suicidi sono le prime morti di prigionieri a Guantanamo, sebbene ci siano stati molti tentativi di suicidio in precedenza e scioperi della fame da quando gli Stati Uniti hanno cominciato a imprigionare lì i membri sospetti di al Qaeda e dei talebani nel 2002.

Quasi tutti i prigionieri a Guantanamo sono incarcerati senza accuse e alcuni sono stati detenuti per più di tre anni. I 460 stranieri in prigione sono stati catturati principalmente in Afghanistan nel corso della guerra degli Stati Uniti per cacciare i talebani e al Qaeda dopo gli attacchi dell'11 settembre.

La Corte Suprema americana dovrebbe esprimersi questo mese sulla legittimità dei tribunali militari speciali istituiti per processare per crimini di guerra alcuni dei prigionieri. Dieci detenuti si trovano di fronte a queste corti.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

L’ultima battaglia di Cheney Licenza di tortura per la Cia
Senatori Usa: basta sopraffazioni per i detenuti-terroristi Ma il vicepresidente: immunità per prevenire gli attentati
di Guido Olimpio su Corriere della Sera del 06/11/2005

News in archivio

E una causa collettiva contesta la legittimità del metodo
Stati Uniti: pena di morte rinviata per «obesità»
Un giudice rinvia un esecuzione perchè il condannato, sovrappeso e diabetico rischierebbe di soffrire per l'iniezione letale
su Corriere della Sera del 21/10/2006
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2019
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0