Da Agenzia Fides del 12/07/2006
Originale su http://www.fides.org/aree/news/newsdet.php?idnews=10046&lan=ita

Kenya: la salute di un milione di abitanti di Nairobi a rischio a causa dei rifiuti

Nairobi - Circa un milione di abitanti della zona orientale della capitale del Kenya, Nairobi, sono minacciati dall’inquinamento. Lo scrive l’Agenzia keniana CISA, seconda la quale le autorità locali “continuano a ignorare le richieste degli abitanti”

I residenti dell’area di Dandora, però, non demordono e continuano ad esercitare pressioni per ottenere un ambiente più salubre. Principale responsabile dell’inquinamento dell’aria è la locale discarica, la più grande della città, che è collocata nella zona. I residenti chiedono da anni di ricollocare il deposito di rifiuti in un’area meno densamente popolata.

La discarica, che già da 5 anni è stata dichiarata al limite delle sue capacità, è circondata da abitazioni popolari nelle quali vivono 700mila persone.

Una petizione degli abitanti del luogo è stata presentata alla Commissione Nazionale per i Diritti Umani, nella quale si presenta nei dettagli la situazione dell’area e si offrono alcune proposte per la recupero del sito. Tra i sostenitori della petizione vi è una coalizione di organizzazioni religiose delle aree di Dandora, Korogocho Kariobangi di che comprende anche la locale parrocchia cattolica di S. Giovanni.

P. Moschetti, un missionario comboniano, che opera nella parrocchia afferma che la coalizione ha inviato copie della petizione a diversi ministri del governo e continuerà la campagna finché sarà necessario. “Saremmo vigili anche perché siamo tra coloro che sono colpiti dall’inquinamento” dice il missionario.

Nairobi produce oltre 1.500 tonnellate di rifiuti solidi urbani al giorno, la maggior parte finisce nella discarica municipale di Dandora, che si trova 14 chilometri dal centro della città. “Anni di deposito incontrollato e indiscriminato di rifiuti ha prodotto montagne enormi di scarti di natura domestica, industriale e medica, per i quali non è stata intrapresa nessuna misura oltre all’incessante e sconsiderata combustione che origina una nuvola di fumo che staziona in permanenza sulle case del vicinato” afferma un comunicato della coalizione delle organizzazioni religiose.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Milioni di persone vittime di patologie ignorate dalle case farmaceutiche. Medici Senza Frontiere denuncia: "La scienza insegue solo il profitto"
Malattie dimenticate, appello all'Oms "Regolare le priorità della ricerca"
su La Repubblica del 22/05/2006

News in archivio

Kenya: il dramma delle demolizioni degli slum di Nairobi
“Bisogna assicurare la certezza dell'abitazione per migliorare le condizioni di vita degli abitanti di questi quartieri” afferma una rete di assistenza cattolica
su Agenzia Fides del 13/09/2006
Ancora centinaia di migliaia di persone a rischio fame nelle regioni semiaride
Kenya: l’emergenza siccità non è finita
Il risanamento economico delle famiglia colpite richiede la sostanziale ricostruzione dei greggi
su Agenzia Fides del 10/07/2006
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2021
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0