Da RaiNews24 del 15/08/2006
Originale su http://www.rainews24.it/Notizia.asp?NewsID=63547

Afghanistan: arrestati 27 talebani feriti, ricoverati in una clinica privata a Quetta

Quetta - Ventisette presunti guerriglieri Taleban, alcuni dei quali con ferite da armi da fuoco, ricevute presumibilmente in Afghanistan, sono stati arrestati in un'operazione della polizia pachistana in una clinica privata a Quetta, nella provincia del Baluchistan, nel Pakistan occidentale, un centinaio di chilometri dal confine afghano.

Almeno dieci degli arrestati - ha detto il capo della polizia della provincia di Quetta, Chaudry Mohammed Yaqub - avevano ferite da proiettili o da schegge di granata. Le autorita' pachistane sospettano che i 27 arrestati abbiano preso parte ai cruenti combattimenti fra guerriglieri Taleban e i militari della coalizione internazionale e afghani avvenuti nelle ultime settimane nelle province meridionali dell'Afghanistan, soprattutto quelle di Helmand e Kandahar.

Cinque agenti di polizia sono stati uccisi oggi in uno scontro a fuoco con un commando di miliziani nella provincia di Farah, regione occidentale dell'Afghanistan. Tra le vittime anche il capo di una stazione di polizia locale, Nassar Ahmad.

Il comandante, che era stato trasferito da poco alla vicina area di Khaki Safed, si stava indirizzando verso la sua nuova destinazione quando, intorno alle 7 del mattino, il suo convoglio è stato attaccato dai miliziani.

Nassar Ahmad è stato ucciso insieme ad altri cinque agenti di polizia. Altri quattro sono rimasti feriti. L'attacco non è stato ancora rivendicato. Un funzionario locale ha parlato di un agguato compiuto da "nemici dell'Afghanistan", termine solitamente utilizzato per indicare esponenti vicini all'ex regime talebano.


UCCISO SOSPETTO MEMBRO AL QAIDA, 13 ARRESTI

Le forze afgane in collaborazione con quelle americane hanno ucciso un presunto membro di al Qaida e ne hanno arrestati altri 13 in un'operazione condotta oggi nella zona sud-orientale del paese. La notizia è stata diffusa dal comando Usa.

I militari hanno circondato all'alba una zona residenziale del villaggio di Yaqubi, nella provincia di Khost, per catturare un noto fiancheggiatore di al Qaida legato al traffico illecito di armi ed esplosivi nella regione. I soldati hanno intimato l'ordine di arrendersi a quanti si trovavano nelle abitazioni, rispettato da tutti ad eccezione di un uomo che, travestito da donna, quando ha cercato di fuggire è stato ucciso.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Doppio gioco pachistano
Le nuove strategie di Musharraf in Afghanistan
di Elisa Giunchi su Lettera 22 del 17/10/2006
Il capo di Al Qaeda si nasconde tra le montagne e le vallate nella «zona grigia» al confine con il Pakistan, protetto dai suoi uomini. E da qui invia i messaggi d’odio
A caccia di Osama con i soldati Usa nella notte afghana
Polvere, buio, trappole: così i militari americani inseguono lo sceicco del terrore su piste disseminate di mine
di Lorenzo Cremonesi su Corriere della Sera del 17/11/2004
Il boom delle mine
Nel 2005, 7.328 persone sono state mutilate e uccise dalle mine: l'11% in più dell'anno prima
di Enrico Piovesana su Peace Reporter del 02/10/2006

News in archivio

Nuovo video sul Web del numero due di Al Quaeda
Al Quaeda: Al Zawahiri «Fronte unito in Afghanistan»
Il braccio destro di Bin Laden ha invitato «i fratelli musulmani a espellere le forze che stanno occupando il paese»
su Corriere della Sera del 22/06/2006
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2020
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0