Da Ansa del 13/12/2005
Originale su http://www.ansa.it/main/notizie/fdg/200512131030223701/200512131030223...

'ndrangheta e criminali albanesi, centinaia ragazze in schiavitu'

CATANZARO - Sarebbero state centinaia le ragazze ridotte in schiavitù e fatte prostituire dall' organizzazione criminale sgominata dai carabinieri del Ros con l' operazione Harem per l' esecuzione di 80 ordinanze di custodia cautelare emesse su richiesta della Procura antimafia di Catanzaro.

Le ragazze fatte prostituire, secondo quanto si è appreso, sono di nazionalità albanese, moldava, ucraina e romena. Lo sfruttamento della prostituzione veniva effettuato in Calabria ed in altre regioni dai componenti albanesi dell' organizzazione con il beneplacito della 'ndrangheta, che in cambio avrebbe ricevuto droga ed armi.

I casi accertati di riduzione in schiavitu', e contestati formalmente in altrettanti capi d' imputazione, sono una quarantina. Delle ottanta persone a carico delle quali sono stati emessi i provvedimenti restrittivi la metà circa, secondo quanto si è appreso, sono albanesi ed il resto calabresi e pugliesi. Alcune delle persone coinvolte nell' operazione risultano residenti in Germania. L' identificazione dei componenti albanesi dell' organizzazione è stata ostacolata dalla difficoltà della loro individuazione anche perché, è stato spiegato, si tratta di persone che si spostano continuamente in tutta Europa per la gestione dei loro traffici illeciti. I presunti affiliati alla 'ndrangheta coinvolti nell' operazione avrebbero fatto parte delle cosche di Corigliano Calabro e di Cassano allo Ionio, in provincia di Cosenza.

L' organizzazione gestiva, inoltre, un vasto traffico di armi e droga importati dall' Albania. Le sostanze stupefacenti venivano smerciata nelle province di Cosenza, Crotone e Messina, mentre le armi andavano ad incrementare gli arsenali della 'ndrangheta.

Buona parte dei provvedimenti restrittivi, infatti, sono in esecuzione proprio in Albania. L' operazione, denominata Harem, é stata resa possibile grazie alla collaborazione tra la Procura nazionale antimafia e la Procura generale d' Albania.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

I tentacoli della ’ndrangheta sulla Capitale
Invisibile e abile a mimetizzarsi, l’«onorata società» di Reggio e dintorni preparerebbe la «scalata» ai business più lucrosi
di Alessia Marani su Il Giornale del 19/11/2005
Oggi a Reggio l'inviato di Pisanu. Si intensificano le voci su centinaia di arresti
Calabria, arriva il superprefetto "La legge sul Ponte favorisce i boss"
De Sena: subito allo Stato i beni delle cosche

News in archivio

Teneva stretta nella morsa del racket l'imprenditoria locale
'Ndrangheta, blitz polizia contro 'Gaglianesi': 44 arresti
Tra i reati contestati, associazione a delinquere di tipo mafioso, estorsione, usura, traffico di armi e stupefacenti
su Adnkronos del 28/02/2006
L'operazione, denominata 'Luna Blu', della squadra mobile di Milano
'Ndrangheta, blitz contro la cosca Pesce-Bellocco: 54 arresti
Stroncato un traffico internazionale di droga gestito in tutta Italia da una delle più pericolose organizzazioni criminali calabresi
su Adnkronos del 19/01/2006
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2018
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0