Da Agenzia Fides del 14/09/2006
Originale su http://www.fides.org/aree/news/newsdet.php?idnews=10381&lan=ita

Congo RD: "Troppe armi ancora in circolazione"

Allarme del Comitato Internazionale che sorveglia il corretto svolgimento delle elezioni congolesi

Kinshasa - Il Presidente della Repubblica democratica del Congo Joseph Kabila e il vicepresidente Jean-Pierre Bemba, in lizza per il ballottaggio alle presidenziali, si sono incontrati ieri, 13 settembre per circa due ore. Si è trattato del loro primo colloquio dopo gli scontri tra le loro truppe ad agosto, che hanno causato almeno 23 morti.

La preoccupazione per una ripresa dei combattimenti a Kinshasa, capitale del Paese, rimane però alta, come sottolineato da un comunicato del Comitato Internazionale di accompagnamento della transizione. Il Comitato, composto dagli ambasciatori dei Paesi membri del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite e di altri Stati africani ed europei, ha lanciato l’allarme per il numero eccessivo di armi illegalmente circolanti nella capitale congolese.

Il Comitato ha sottolineato che l’avvicinarsi del secondo turno delle elezioni presidenziali e delle elezioni provinciali richiede lo svolgimento di una campagna elettorale serena e l’accantonamento nelle caserme delle unità militari non direttamente impiegate nella sicurezza interna.

Nel suo comunicato, il Comitato ricorda che polizia nazionale è l’organo principale al quale è demandata la sicurezza delle elezioni e non l’esercito, che ha il compito di difendere il Paese da minacce esterne. A maggior ragione, dunque, non si dovrebbe tollerare la presenza di gruppi armati irregolari nelle principali città congolesi. In particolare, il Comitato chiede il ritorno nelle loro caserme delle guardie pretoriane dei due principali candidati (Kabila e Bemba) per evitare il ripetersi di incidenti simili a quelli di fine agosto. Il Comitato fa appello ai politici locali di impegnarsi a promuovere e rispettare le misure perché la prossima tornata elettorale si svolga in modo pacifico.

Anche la Chiesa ricorda ai responsabili politici congolesi qual è il loro dovere. “La popolazione ha assimilato i principi della democrazia e ha partecipato in modo pacifico e ordinato alle elezioni del 31 luglio. Sono i politici che non riescono a mettersi d’accordo e attizzano la tensione” dice all’Agenzia Fides Mons. Pierre-Célestin Tshitoko Mambai, Vescovo di Luebo, a Roma per partecipare al Seminario di studio (10-23 settembre) promosso dal Dicastero Missionario per i Vescovi ordinati negli ultimi due anni. “Gli abitanti del Congo sperano che da queste elezioni emerga una classe dirigente capace di portare pace e sviluppo al Paese” ricorda Mons. Tshitoko.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Africa nera oggi il ballottaggio per l’elezione presidenziale, schierati 18 mila caschi blu contro i brogli e le milizie
Congo, democrazia all’uranio
Si vota sotto stretta osservazione occidentale: il Paese è una miniera senza fine
di Domenico Quirico su La Stampa del 29/10/2006
«Kabila cercò di uccidermi»
Il vicepresidente Bemba racconta la sua versione dei giorni di fuoco in Congo Kinshasa
di Stefano Liberti su Il Manifesto del 15/09/2006

News in archivio

Rapporto di Amnesty International
Congo RD: "Bambine e bambini soldato abbandonati"
su Amnesty International del 11/10/2006
Burundi: iniziato il rimpatrio dei rifugiati congolesi
Ancora oggi 420mila cittadini della Repubblica Democratica del Congo sono rifugiati in diversi Paesi
su Agenzia Fides del 11/10/2006
 
Cos'è ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono già registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2017
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0