Da Corriere della Sera del 17/10/2006
Originale su http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2006/10_Ottobre/17/mafia.shtml

In manette finito anche l'ex pentito Giovanni Pellegriti

Mafia: 9 fermi a Catania, sventato omicidio

Arrestati i membri di un clan emergente di Adrano: progettavano un nuovo delitto

CATANIA - Un'operazione antimafia effettuata nella notte tra lunedì e martedì in provincia di Catania ha permesso di bloccare un clan emergente nella zona di Adrano e sventare un omicidio in preparazione. La squadra mobile del capoluogo etneo ha arrestato nove persone: l'accusa a vario titolo è di associazione mafiosa, associazione per delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti, detenzione e porto illegale di armi e ricettazione. In carcere sono finiti gli appartenenti di un gruppo emergente che, secondo i magistrati, tentava di prendere il controllo delle attività criminali ad Adrano, un paese in provincia di Catania. Il tutto scalzando i vecchi boss mafiosi. Alcuni dei provvedimenti di fermo sono stati eseguiti anche nel Nord Italia. Durante l'operazione, sono state trovate armi, munizioni, stupefacenti e altro materiale ritenuto di provenienza illecita, considerato di interesse investigativo.

UN EX PENTITO TRA I FERMATI - Secondo gli inquirenti, il clan stava progettando un nuovo omicidio: questo ha reso necessaria l'emissione dei nove provvedimenti di fermo eseguiti nella notte. Tra i nove arrestati c'è anche l'ex pentito Giovanni Pellegriti che, dopo avere scontato una condanna per mafia, era ora agli arresti domiciliari e aveva fatto richiesta dei benefici previsti dall'indulto. Secondo quanto accertato dagli investigatori, i nove fermati cercavano di controllare le attività criminali ad Adrano. Pellegriti, che ha ha interrotto la collaborazione nel 1998, avrebbe messo a servizio del gruppo la sua «esperienza» criminale.

Sullo stesso argomento

Articoli in archivio

Carcere duro, il Grand Hotel della mafia
I boss dietro le sbarre: da Buscetta a Mutolo
di Francesco Licata su La Stampa del 22/10/2006
Nel mandamento dei Lo Piccolo la conferma di un conflitto emerso dalle intercettazioni dell'operazioni Gotha
Scompare un boss, guerra di mafia
Lupara bianca per Spatola capo della cosca di Tommaso Natale
di Francesco Viviano su L'Espresso del 22/09/2006
La strage di Brescia per uno sgarro alla mafia
Il procuratore Tarquini: movente del triplice delitto la spartizione del denaro ricavato da false fatturazioni legate a finanziamenti pubblici
di Gabriele Villa su Il Giornale del 16/09/2006

News in archivio

I corpi di Sebastiano Gangi, 30 anni, e Carmelo Anzalone, 43, rinvenuti in una Lancia Ypsilon. Erano scomparsi da ieri
Mafia: trovati due cadaveri nel catanese uccisi a colpi d'arma da fuoco
su La Repubblica del 21/09/2006
su Adnkronos del 05/07/2006
 
Cos'� ArchivioStampa?
Una finestra sul mondo della cultura, della politica, dell'economia e della scienza. Ogni giorno, una selezione di articoli comparsi sulla stampa italiana e internazionale. [Leggi]
Rassegna personale
Attualmente non hai selezionato directory degli articoli da incrociare.
Sponsor
Contenuti
Notizie dal mondo
Notizie dal mondo
Community
• Forum
Elenco degli utenti

Sono nuovo... registratemi!
Ho dimenticato la password
• Sono gi registrato:
User ID

Password
Network
Newsletter

iscriviti cancella
Suggerisci questo sito

Attenzione
I documenti raccolti in questo sito non rappresentano il parere degli autori che si sono limitatati a raccoglierli come strumento di studio e analisi.
Comune di Roma

Questo progetto imprenditoriale ha ottenuto il sostegno del Comune di Roma nell'ambito delle azioni di sviluppo e recupero delle periferie

by Mondo a Colori Media Network s.r.l. 2006-2018
Valid XHTML 1.0, CSS 2.0